Archivi tag: Morte

Indagine a Oropa Bagni – tra presenze e teschi

Indagine a Oropa Bagni – tra presenze e teschi

Storia

Oropa è famosa per la Madonna Nera, e non è una bestemmia: è davvero una Madonna nera. Un antico modo per pregare Lilith, ma senza essere scoperti dalla Chiesa Cattolica. Per cui, già di per sé, Oropa si presenta misteriosa anche solo per le radici poco cattoliche che ha. Nonostante questo, il Tempio di Oropa è uno dei Santuari dedicati alla Madonna più noto in Europa.
Poco piĂą giĂą, invece, troviamo il vecchio stabilimento idroterapico di Oropa: Oropa Bagni. Risale al 1856 ed era una localitĂ  di lusso, dove era possibile fare bagni di fango, terme e altre idroterapie. Per ricevere le cure, le persone d’elite aristocratica giungevano da tutta Europa. Alcune persone note che fecero visita a questo luogo erano stati i Savoia, Guglielmo Marconi e Carducci. Continua a leggere Indagine a Oropa Bagni – tra presenze e teschi

Annunci

Oropa Bagni – Foto & conversazione completa con lo spirito

Oropa Bagni – Foto & conversazione completa con lo spirito

Conversazione avvenuta tramite la tavola Ouija il 21 febbraio 2018 durante l’ispezione con Edge e DĂ©vera Blackmind, fondatori de “Il Tempio Oscuro – The Official Community” e “Daemonia · Il Sangue Della Strega“.
L’articolo della nostra ispezione lo potrete trovare qui: Ispezione a Oropa Bagni – Tra presenze e teschi

*Apertura della seduta*
Dèvera: «C’è qualcuno?»
“CIAO”
«Ciao a te… piacere di conoscerti»
“…”
«Chi sei?»
“BELIAL” Continua a leggere Oropa Bagni – Foto & conversazione completa con lo spirito

La creazione di una tavola Ouija

La creazione di una tavola Ouija

Benvenuti ad Art Attack con Daemo… hem, no…
A parte gli scherzi, questo è il mio metodo personale per creare le Ouija, e così ne ho create tre fino ad ora. (Tre e mezzo, per la precisione). Ovviamente, i miei segreti, trucchi e altre cosette rimarranno a me.
Se prendete il testo, citatemi!

Materiali: Continua a leggere La creazione di una tavola Ouija

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Questo strumento fu creato nel lontano 1891 con lo scopo di comunicare con le anime dei defunti. In realtà, coloro che rispondono alla chiamata non sono solamente i fantasmi ma anche i Demoni, gli Angeli, larve e così via lo fanno.
I inventori della tavoletta, Elijah J. Bond e Charles Kennard la misero in commercio il 28 maggio 1890, proclamatosi come suoi creatori. In realtà le sue origini sono molto più antiche, non altri che Pitagora l’avrebbe usata per avere contatti con il mondo impalpabile. Elijah e Charles l’avrebbero solo messa in commercio, ma di questo non ne esiste prova scritta alcuna.
Un curioso fatto sull’etimologia del nome è che l’inventore chiese alla tavola come la dovesse chiamare, e la risposta fu “Ouija”, non appena chiese il significato, lo spirito rispose “Buona fortuna”. In realtà è l’unione di due parole: Oui –francese-, Ja –tedesco-, che entrambe le parole significano “Sì”.
Fu poi nel 1901 che William Fuld, un impiegato di Charles Kennard, rilevò i diritti della Ouija e la rimise in commercio battezzandola ufficialmente come “Ouija”.
Dal 1991 i diritti della tavoletta sono passati dalla ditta Parker Brothers alla Hasbro, che ne fece un simpatico gioco da tavolo per i bambini.

Ouija, Hasbro, Continua a leggere Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

I Fantasmi e la Morte

I Fantasmi e la Morte

Nascita-Vita-Morte-Rinascita.
Questo dovrebbe essere il ciclo della vita ma, a volte, qualcosa non funziona come dovrebbe e, anziché avvenire la “Rinascita”, lo spirito rimane su questa dimensione senza l’involucro materiale, ossia il corpo. In genere accade perché la persona defunta ha lasciato qualcosa in sospeso prima di morire, ha subito una morte violenta o perché non ricorda di essere morto. I motivi sono molteplici. Continua a leggere I Fantasmi e la Morte

Quando una pietra “muore”

Quando una pietra “muore”

Le pietre e i cristalli sono utilissimi per chi pratica la magia o la mediazione, ma sono ottime anche nel quotidiano.

In un rituale o in un incantesimo ne aumenta il potere e porta le energie giuste nella pratica. Anche la forma, a volte, può essere utile. Certi cristalli hanno una punta su entrambe le estremitĂ  e sono davvero utili per dirigere le energie, tracciare simboli e cerchi, oppure per fare la punta di una bacchetta. Continua a leggere Quando una pietra “muore”

L’energia piĂą distruttiva e pericolosa

L’energia piĂą distruttiva e pericolosa

Nonostante la magia non abbia colori, l’energia ne ha. La bianca è l’energia forse piĂą forte poichè “pura”, ossia che non è stata intaccata dall’uomo facendola diventare verde, blu, rossa o con altri colori. Certo, utilissima per interferire con gli eventi di questa dimensione, ma se si vuole interferire nei fatti astrali quella bianca è la piĂą indicata. LĂ , oltre il velo, tutto funziona in modo differente da qui.

Però c’è un tipo di energia che è poco conosciuta, e io vorrei portarla alla luce.

Quanto segue è un articolo a solo scopo informativo, non vi sto invitando ad usarla.

Continua a leggere L’energia piĂą distruttiva e pericolosa

Le Parche, promessa di morte

Le parche, tre anziane che filavano, uno dei peggiori auguri di morte nell’antichitĂ .

Nella mitologia Romana erano anche chiamate “Moire Greche” (Clòto, LĂ chesi e Ă€tropo). Uno degli altri loro nomi era “Fatae”: coloro che presiedono il fato.
Queste tre signore, quasi divinitĂ , stabilivano il destino degli uomini. Erano raffigurate come anziane scorbutiche o come oscure fanciulle.

Continua a leggere Le Parche, promessa di morte