Archivi tag: Consapevolezza

Starseed – Il risveglio [3]

Starseed – Il risveglio [3]

Come già accennato, anche lo Starseed ha un risveglio spirituale che può avvenire in piùheal-towards-all fasi. Quando accade soffre di dolori muscolari e articolari, mal di schiena. Questo perché il corpo si sta abituando alla nuova tipologia e quantità di energia che sta cambiando e aumentando in lui. (Noi di Daemonia – Il Sangue Della Strega consigliamo ugualmente una visita medica, alle volte potrebbe essere illuminante sul vostro stato di Starseed). Può capitare che il Seme Stellare inizi a piangere senza una ragione valida, che si senta triste senza un motivo apparente, questo perché si sta liberando della vecchia energia per far spazio a quella nuova. È molto facile che tramite i sogni, sensazioni o durante la meditazione riemergono vecchi ricordi di vite lontane, di quando abitava in un’altra dimensione. Cambiano anche i cicli di sonno: incapacità di dormire, quindi insonnia, svegliarsi più volte durante la notte, fare sogni tormentati. Tutto questo perché si sta preparando alla missione che dovrà compiere su questo pianeta, la quale è individuale per ogni Starseed. Continua a leggere Starseed – Il risveglio [3]

Annunci

I bambini del futuro – Autore: Lorean Scarlet

I bambini del futuro – Autore: Lorean Scarlet

Stanno nascendo sempre più bambini “particolari.”
Gli sono stati dati vari nomi, dalla new age gli viene dato il nome di bambini Indaco o Starseed.
E chi sono?
Intanto, parliamo di questi.

Continua a leggere I bambini del futuro – Autore: Lorean Scarlet

Starseed – Le caratteristiche [2]

Starseed – Le caratteristiche [2]

  • Provare attrazione per le stelle fin da piccoli.

Le origini di uno Starseed stanno in cielo, quindi per lui gli è inevitabile guardare in alto e sentire che la propria “casa” è , che quello è un posto in cui si sente bene e al sicuro.

  • Sognare alieni, navicelle, combattimenti.

Spesso capita che uno Starseed sia vittima di rapimento alieno, sia fisico che astrale, e ne tiene memoria nei sogni, quelle poche volte che capita. Oppure ha l’impressione di aver sognato degli alieni, ma in realtà erano effettivamente davanti a lui. In astrale o in questa dimensione.

Sognare pianeti, viaggi interplanetari, battaglie possono essere ricordi della vita da Starseed. Segno che il Codice Cristallino si sta attivando. Continua a leggere Starseed – Le caratteristiche [2]

Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

Per un Walk-in non si può parlare di risveglio, perché un Walk-In è uno spirito di una dimensione superiore che entra in un corpo umano facendo uscire l’anima -o spirito-, proprietaria di quel corpo, prendendone il posto. Ciò accade solo dopo l'”autorizzazione“. Per cui non si può parlare di risveglio. Continua a leggere Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

La mia intervista sugli Starseed

Io, Dèvera, sono una Starseed e in questa intervista ho avuto l’occasione di raccontare cos’è questo fenomeno.


Articolo correlato: Starseed – Chi sono [1]

Walk-in

Walk-In

Esseri molto simili agli Starseed, sempre Otherkin, che si occupano di entrare nel corpo di un umano e di prenderne possesso per tutta la sua vita mortale. Certo, detto così fa un po’ paura, ma adesso mi spiego meglio.

Quando una persona, in genere un ragazzo o un adolescente, subisce un brutto incidente e finisce all’ospedale rimanendo in coma o perde per un po’ coscienza, uno spirito molto simile a quello di uno Starseed, per cui alieno, entra nel corpo di questo umano e ne prende possesso. Non sempre la vittima ricorda del ricovero all’ospedale o dell’incidente dopo accaduto ciò. Continua a leggere Walk-in

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Questo strumento fu creato nel lontano 1891 con lo scopo di comunicare con le anime dei defunti. In realtà, coloro che rispondono alla chiamata non sono solamente i fantasmi ma anche i Demoni, gli Angeli, larve e così via lo fanno.
I inventori della tavoletta, Elijah J. Bond e Charles Kennard la misero in commercio il 28 maggio 1890, proclamatosi come suoi creatori. In realtà le sue origini sono molto più antiche, non altri che Pitagora l’avrebbe usata per avere contatti con il mondo impalpabile. Elijah e Charles l’avrebbero solo messa in commercio, ma di questo non ne esiste prova scritta alcuna.
Un curioso fatto sull’etimologia del nome è che l’inventore chiese alla tavola come la dovesse chiamare, e la risposta fu “Ouija”, non appena chiese il significato, lo spirito rispose “Buona fortuna”. In realtà è l’unione di due parole: Oui –francese-, Ja –tedesco-, che entrambe le parole significano “Sì”.
Fu poi nel 1901 che William Fuld, un impiegato di Charles Kennard, rilevò i diritti della Ouija e la rimise in commercio battezzandola ufficialmente come “Ouija”.
Dal 1991 i diritti della tavoletta sono passati dalla ditta Parker Brothers alla Hasbro, che ne fece un simpatico gioco da tavolo per i bambini.

Ouija, Hasbro, Continua a leggere Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

L’ombra degli Staeseed

L’ombra degli Staeseed

È l’una di notte inoltrata e non riesco a dormire. Scrivo questo articolo forse anche per concretizzare emozioni e pensieri.
Essere uno Starseed non è sempre così bello come si può credere. Alcuni lo vedono come un gioco: diffondi amore, trova la tua missione, completala e vinci!
Non è così.

Continua a leggere L’ombra degli Staeseed