Archivi tag: Astrale

Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

I Demoni, sfatiamo il mito dei “mostri cattivi”.

I Demoni e gli Angeli sono la stessa cosa: entità. Allo stesso modo come loro sono la stessa cosa, lo sono gli Australiani e i Russi: umani.
Angeli e Demoni sono entità con idee differenti; c’è chi appoggia, o lavora, per un’entità, e chi per un’altra. In questo caso, gli Angeli lavorano per “Dio”, chiamato anche Yhawè, Allah, Anu e Geova. Mentre i Demoni lavorano per Satana, chiamato anche Enki o Dio Pavone, tra i tanti nomi.

Nonostante il Cristianesimo afferma che i Demoni siano entità maligne, non è vero. Si usa dire che i Demoni attacchino gli umani per indurli in tentazione ma la realtà è ben diversa.

23622276_1476002782481231_5511835636461735689_n.jpgAttacchi Demoniaci.
Incubi, insonnia, schizofrenia, pensieri suicidi e tutto ciò che può capitare, escludendo patologie curabili da medici, medicinali e psichiatri, non sono causati da Demoni, bensì da entità come larve, vampiri spirituali e simili. Si attribuisce la colpa ai Demoni perché l’ignoranza regna, e si preferisce incolpare ciò che l’idea comune indica come “cattivo”, anziché informarsi sull’argomento perché, si sa, la parola altrui è più semplice da accettare. Cercare comporta mettersi in gioco e mettere in dubbio gli schemi mentali imposti dalla società e dalle tradizioni.

Quando i Demoni sono pericolosi.
Prendersi gioco di loro, a tal punto da infangare il loro nome e attribuirgli fatti non reali comporta un rischio grave. Mancar loro di rispetto è altrettanto grave. Continua a leggere Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

Annunci

Glossario termini Otherkin

Glossario termini Otherkin

Il seguente glossario si usa più che altro nelle comunità americane, ma credo che sia utile anche qui in Italia darci una visione, anche se solo a scopo informativo.

Alcuni termini non sono “unici”, e in alcuni casi si usano anche altre parole per intendere uno dei concetti sotto-elencati.
Con il termine “Spirito” si intende l’anima, o quel sé che si incarna, che viaggia e che rimane con noi in ogni vita. Continua a leggere Glossario termini Otherkin

Starseed – Le caratteristiche [2]

Starseed – Le caratteristiche [2]

  • Provare attrazione per le stelle fin da piccoli.

Le origini di uno Starseed stanno in cielo, quindi per lui gli è inevitabile guardare in alto e sentire che la propria “casa” è , che quello è un posto in cui si sente bene e al sicuro.

  • Sognare alieni, navicelle, combattimenti.

Spesso capita che uno Starseed sia vittima di rapimento alieno, sia fisico che astrale, e ne tiene memoria nei sogni, quelle poche volte che capita. Oppure ha l’impressione di aver sognato degli alieni, ma in realtà erano effettivamente davanti a lui. In astrale o in questa dimensione.

Sognare pianeti, viaggi interplanetari, battaglie possono essere ricordi della vita da Starseed. Segno che il Codice Cristallino si sta attivando. Continua a leggere Starseed – Le caratteristiche [2]

Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

Per un Walk-in non si può parlare di risveglio, perché un Walk-In è uno spirito di una dimensione superiore che entra in un corpo umano facendo uscire l’anima -o spirito-, proprietaria di quel corpo, prendendone il posto. Ciò accade solo dopo l'”autorizzazione“. Per cui non si può parlare di risveglio. Continua a leggere Walk-In, il Risveglio e l’Autorizzazione 

La mia intervista sugli Starseed

Io, Dèvera, sono una Starseed e in questa intervista ho avuto l’occasione di raccontare cos’è questo fenomeno.


Articolo correlato: Starseed – Chi sono [1]

Walk-in

Walk-In

Esseri molto simili agli Starseed, sempre Otherkin, che si occupano di entrare nel corpo di un umano e di prenderne possesso per tutta la sua vita mortale. Certo, detto così fa un po’ paura, ma adesso mi spiego meglio.

Quando una persona, in genere un ragazzo o un adolescente, subisce un brutto incidente e finisce all’ospedale rimanendo in coma o perde per un po’ coscienza, uno spirito molto simile a quello di uno Starseed, per cui alieno, entra nel corpo di questo umano e ne prende possesso. Non sempre la vittima ricorda del ricovero all’ospedale o dell’incidente dopo accaduto ciò. Continua a leggere Walk-in

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Questo strumento fu creato nel lontano 1891 con lo scopo di comunicare con le anime dei defunti. In realtà, coloro che rispondono alla chiamata non sono solamente i fantasmi ma anche i Demoni, gli Angeli, larve e così via lo fanno.
I inventori della tavoletta, Elijah J. Bond e Charles Kennard la misero in commercio il 28 maggio 1890, proclamatosi come suoi creatori. In realtà le sue origini sono molto più antiche, non altri che Pitagora l’avrebbe usata per avere contatti con il mondo impalpabile. Elijah e Charles l’avrebbero solo messa in commercio, ma di questo non ne esiste prova scritta alcuna.
Un curioso fatto sull’etimologia del nome è che l’inventore chiese alla tavola come la dovesse chiamare, e la risposta fu “Ouija”, non appena chiese il significato, lo spirito rispose “Buona fortuna”. In realtà è l’unione di due parole: Oui –francese-, Ja –tedesco-, che entrambe le parole significano “Sì”.
Fu poi nel 1901 che William Fuld, un impiegato di Charles Kennard, rilevò i diritti della Ouija e la rimise in commercio battezzandola ufficialmente come “Ouija”.
Dal 1991 i diritti della tavoletta sono passati dalla ditta Parker Brothers alla Hasbro, che ne fece un simpatico gioco da tavolo per i bambini.

Ouija, Hasbro, Continua a leggere Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

L’ombra degli Staeseed

L’ombra degli Staeseed

È l’una di notte inoltrata e non riesco a dormire. Scrivo questo articolo forse anche per concretizzare emozioni e pensieri.
Essere uno Starseed non è sempre così bello come si può credere. Alcuni lo vedono come un gioco: diffondi amore, trova la tua missione, completala e vinci!
Non è così.

Continua a leggere L’ombra degli Staeseed