Archivi categoria: Evocazioni

Satanismo ad Oropa РEcco chi ̬ stato e perch̩

Satanismo a Oropa РEcco chi ̬ stato e perch̩

Ci siamo già stati ad Oropa Bagni, in provincia di Biella, con Il Tempio Oscuro – The Official Community, due volte, e la prima trovammo il teschio di un agnello.

[Foto del teschio]

[Tutti i nostri articoli su Oropa Bagni].

C’è stato chiaro da subito che non era una morte naturale, quella dell’agnello, ma provocata da alcune persone. Satanisti acidi? Questa fu la prima di tante domande che ci hanno spinto a fare delle ricerche.
Chi sono?
Perché lo fanno?

Continua a leggere Satanismo ad Oropa РEcco chi ̬ stato e perch̩

Annunci

Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

I Demoni, sfatiamo il mito dei “mostri cattivi”.

I Demoni e gli Angeli sono la stessa cosa: entità. Allo stesso modo come loro sono la stessa cosa, lo sono gli Australiani e i Russi: umani.
Angeli e Demoni sono entità con idee differenti; c’è chi appoggia, o lavora, per un’entità, e chi per un’altra. In questo caso, gli Angeli lavorano per “Dio”, chiamato anche Yhawè, Allah, Anu e Geova. Mentre i Demoni lavorano per Satana, chiamato anche Enki o Dio Pavone, tra i tanti nomi.

Nonostante il Cristianesimo afferma che i Demoni siano entità maligne, non è vero. Si usa dire che i Demoni attacchino gli umani per indurli in tentazione ma la realtà è ben diversa.

23622276_1476002782481231_5511835636461735689_n.jpgAttacchi Demoniaci.
Incubi, insonnia, schizofrenia, pensieri suicidi e tutto ciò che può capitare, escludendo patologie curabili da medici, medicinali e psichiatri, non sono causati da Demoni, bensì da entità come larve, vampiri spirituali e simili. Si attribuisce la colpa ai Demoni perché l’ignoranza regna, e si preferisce incolpare ciò che l’idea comune indica come “cattivo”, anziché informarsi sull’argomento perché, si sa, la parola altrui è più semplice da accettare. Cercare comporta mettersi in gioco e mettere in dubbio gli schemi mentali imposti dalla società e dalle tradizioni.

Quando i Demoni sono pericolosi.
Prendersi gioco di loro, a tal punto da infangare il loro nome e attribuirgli fatti non reali comporta un rischio grave. Mancar loro di rispetto è altrettanto grave. Continua a leggere Gli Angeli e i Demoni, inganno e collaborazione spirituale

“Sigillum Oculus”, il sigillo che sblocca il 3° occhio

2007783553.jpg

Cos’è il Sigillum Oculus?

Il Sigillum Oculus è un ideogramma molto potente. Non fa miracoli, ma è molto d’aiuto per l’apertura del terzo occhio. Potete integrarlo nei vostri esercizi di apertura del suddetto organo spirituale, o di potenziamento. Infatti, se già l’avete aperto, vi sarà utilissimo per potenziarlo non poco.

Per essere più precisi non lo “apre”, ma lo sblocca”.

Assieme al Sigillum Oculus vi forniremo due pratiche, tra cui un rituale in grado di chiamare degli spiri e delle entità che valutano e aiutano colui che lancia il rituale, con lo scopo di attivare o, se l’avete già aperto, potenziare l’organo spirituale in questione.

Un sigillo così potente viene rilasciato così facilmente?
No!

Il sigillo e il rituale si trovano cliccando la scritta qui in basso:
Sigillum Oculus
Ma, senza codice d’accesso, non potrete accedere.

Continua a leggere “Sigillum Oculus”, il sigillo che sblocca il 3° occhio

Libro: Vademecum Esoterico РD̬vera Blackmind

vademecum stesa - Copia - Copia

Dall’8 marzo in libreria!

Prenotalo ora inviando una mail a: devera@reborn.com
Oppure inviando un messaggio alla pagina Facebook: Vademecum Esoterico
Oppure inviando un messaggio alla pagina Facebook: Daemonia · Il Sangue Della Strega

Prezzo: 18€
ISBN: 978-88-97621-69-6

“L’opera, redatta in uno scorrevole e congeniale stile compilativo, è un manuale teorico e pratico di tipo esoterico. Variegata e completa è l’offerta dei contenuti, che attingono al patrimonio culturale di molte epoche e popoli. Nelle pagine l’autrice chiarisce alcuni dubbi e fa ordine nel marasma di credenze New Age che hanno avuto successo negli ultimi anni. Corredano la trattazione utili immagini che ampliano o spiegano le nozioni esposte. Si apprezza lo spirito con cui il testo è scritto, che è scevro da fanatismi e spiega con obiettività.”
-Planet Book

Continua a leggere Libro: Vademecum Esoterico РD̬vera Blackmind

Come entrare in trance

Come entrare in trance

Mettetevi in una posizione a voi comoda. Le prime volte consiglio di essere sdraiati, ma occhio a non addormentarvi.

Iniziando dai piedi irrigidite i muscoli per qualche secondo e poi lasciate. Proseguite con le gambe, addome, mani, braccia, petto, collo, viso, testa. Sentite il corpo sempre più pesante.

Iniziate a fare  respiri lunghi e profondi.

  • Ispirate per 6 secondi;
  • Trattenete il respiro per 5 secondi;
  • Espirate per 5 secondi.

Continua a leggere Come entrare in trance

La creazione di una tavola Ouija

La creazione di una tavola Ouija

Benvenuti ad Art Attack con Daemo… hem, no…
A parte gli scherzi, questo è il mio metodo personale per creare le Ouija, e così ne ho create tre fino ad ora. (Tre e mezzo, per la precisione). Ovviamente, i miei segreti, trucchi e altre cosette rimarranno a me.
Se prendete il testo, citatemi!

Materiali: Continua a leggere La creazione di una tavola Ouija

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Questo strumento fu creato nel lontano 1891 con lo scopo di comunicare con le anime dei defunti. In realtà, coloro che rispondono alla chiamata non sono solamente i fantasmi ma anche i Demoni, gli Angeli, larve e così via lo fanno.
I inventori della tavoletta, Elijah J. Bond e Charles Kennard la misero in commercio il 28 maggio 1890, proclamatosi come suoi creatori. In realtà le sue origini sono molto più antiche, non altri che Pitagora l’avrebbe usata per avere contatti con il mondo impalpabile. Elijah e Charles l’avrebbero solo messa in commercio, ma di questo non ne esiste prova scritta alcuna.
Un curioso fatto sull’etimologia del nome è che l’inventore chiese alla tavola come la dovesse chiamare, e la risposta fu “Ouija”, non appena chiese il significato, lo spirito rispose “Buona fortuna”. In realtà è l’unione di due parole: Oui –francese-, Ja –tedesco-, che entrambe le parole significano “Sì”.
Fu poi nel 1901 che William Fuld, un impiegato di Charles Kennard, rilevò i diritti della Ouija e la rimise in commercio battezzandola ufficialmente come “Ouija”.
Dal 1991 i diritti della tavoletta sono passati dalla ditta Parker Brothers alla Hasbro, che ne fece un simpatico gioco da tavolo per i bambini.

Ouija, Hasbro, Continua a leggere Ouija, l’utilizzo e come evitare i rischi

Come evocare a casa senza essere scoperti 

Come evocare a casa senza essere scoperti 

Abitate con i genitori? Convivete con amici? Vorreste praticare ma, purtroppo, non avete mai la casa libera. Non abbattetevi e non smettete di praticare. Allo stesso modo di come potete meditare appena prima di dormire -anche stesi a letto, nessuno se ne accorgerà- potete evocare.

Trovate una posizione comoda, seduti o distesi, chiudete gli occhi e rilassatevi. Se volete e se potete accendete un incenso. Fate respiri lunghi e profondi. Lo scopo è quello di calmarvi totalmente e di far diminuire la velocità del battito cardiaco, quindi mutare le onde cerebrali ad una frequenza più bassa. Per questa pratica, entrare in trance, è consigliato ma non un obbligo. Se meditate già da un po’ e ve la cavate con la visualizzazione potrebbe ugualmente riuscivi questa pratica. Sicuramente, aver sviluppato la Chiaroudienza vi sarà molto d’aiuto. Continua a leggere Come evocare a casa senza essere scoperti 

L’indispensabilità del ringraziamento e del rispetto

L’indispensabilità del ringraziamento e del rispetto

Déi, Demoni, Angeli e qualsiasi altra entità non sono qui per noi. Fare qualsiasi cosa gli costa energia e, qualora la dovessero terminare, smetterebbero di esistere poiché nel mondo astrale se si rimane senza energia si muore. Quindi, prima di chiedere qualsiasi cosa a qualsiasi essere del mondo spirituale pensateci bene. Ponetevi alcune domande come ad esempio:
Posso farlo da solo?
È davvero necessario interpellare un secondo individuo? Continua a leggere L’indispensabilità del ringraziamento e del rispetto