Cimitero Monumentale di Oropa – Spiriti in cerca di riposo

Cimitero Monumentale di Oropa – Spiriti in cerca di riposo

Il cimitero di oropa è semi-arrocato nel bosco. La parte interna è composta da normali lapidi a terra e il perimetro da loculi. Ed è proprio di questo perimetro di cui vorrei parlarvi. Vi è la parte superiore, con i loculi in vista da tutto il cimitero. Ci sono quelli sotterranei, che stanno esattamente sotto a quelli in vista. Infine, quelli nascosti.

Prima di raccontarvi ciò che c’è, vi vorrei dire delle energie presenti nel luogo. Pesanti, tremendamente pesanti. Personalmente mi hanno serrato la gola e respirare era faticoso.

Non ho nulla da dirvi in particolare riguardo ai loculi in vista. Di giorno sono baciati dalla luce diurna e, energie a parte, non ho da raccontarvi nulla in più rispetto a qualsiasi altro cimitero.

Ai loculi nascosti vi si accede da alcune diramazioni dietro ai loculi in vista. Sono semplici e alti corridoi, le pareti ospitano decine e decine di tombe. Ricordano molto delle catacombe claustrofobiche. Il fatto, però, è che non vi sono luci. Raramente si possono trovare alcuni lumini accesi che però non contribuiscono all’illuminazione poiché la luce rossa è troppo flebile. Ciò che è possibile vedere, quindi, è un corridoio che sprofonda nell’oscurità. La sensazione, guardando queste bocche scure, è che qualcosa si celi nell’ombra. Io, con un po’ di timore, m’inoltravo nei primi passi scuri ma la sensazione era che avrei solo disturbato chi nel buio attendeva.
La sensazione era anche quella che l’oscurità si sarebbe materializzata per aggredirmi.
Ora, vorrei specificare che non sono una persona paurosa, tuttavia percepisco le energie.  Questo mi è sufficiente per percepire anche il pericolo “spirituale”.

I loculi sotterranei, invece, erano tutta un’altra cosa! I tombini, sopra alla testa, donavano ai cunicoli la luce appena sufficiente per scorgere ciò che c’era. Ed era qui che la sensazione di essere osservati superava quelli dei loculi nascosti. Ci sono rumori provenire dai corridoi e, soprattutto, ombre. Figure che scrutano negli angoli. Passi. La sensazione di essere seguiti. Posso giurare che, per ogni minuto della mia permanenza lì sotto, ho visto almeno dieci ombre, entità, spiriti. Chiamatele come preferite.

Chiunque ci sia lì, non desidera essere disturbato. Questo ho potuto comprenderlo molto bene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...