21-22 dicembre, Yule

Yule (Pronuncia: jól)

Probabilmente questa parola deriva dal norreno, Hjól, ruota“. Mentre in Scandinavia Jul significa sia Yule che Natale, e si utilizza per le festività di dicembre. Non sono esoneri le lingue Finniche che per intendere il Natale pronunciano Joulu.
Nei tempi antichi era considerato un periodo di riposo e danze, ci si sedeva in cerchio e ci si raccontava le storie vissute durante l’anno.

Yule, il solstizio d’inverno, è il giorno dedicato a Satana, per i Satanisti, il giorno della rinascita. L’angelo caduto che si rimette in piedi e dimostra il suo valore. Anzi, per essere pignoli il 21 e il 22 dicembre inizia il solstizio, ma il giorno di Satana vero e proprio è il 23. Il sole entra nel segno del capricorno, simbolo che rappresenta, appunto, Satana.

Il Cristianesimo ha camuffato questa festa con il natale, ma già in tempi antichi la si festeggiava addobbando un albero, in genere un pino, con balocchi e candele. Anche il vischio e l’agrifoglio era usato dagli antichi popoli nordici. I vichinghi, “sobri” per eccellenza, abbellivano un albero con le teste decapitate dei loro nemici.

Se si ha un momento di sconforto, abbattimento, il mio consiglio è di prendere coraggio proprio in questo giorno e rimboccarsi le maniche. E’ il giorno perfetto per rialzarsi e risolvere i problemi. E’ inoltre una festa per onorare Kriss Kingle.

Chi è Kriss Kingle

Kriss Kingle è una sorta di Babbo Natale Norvegese; è una Divinità Pagana. Nel film “Miracolo sulla 34° Strada” Babbo Natale, in realtà, è Kriss Kingle. Sorprendente pensare che in un film apparentemente Cristiano abbiano usato una Divinità Pagana.
Durante le notti tempestose di Yule, Odino cavalcava il suo cavallo a otto zampe su tutto il mondo, offrendo doni alle persone degne e dispensando giustizia tra i malfattori. Kriss Kingle -Cristo nella Ruota- è il nome Nordico che gli si attribuisce durante il solstizio d’inverno. I nostri antenati credevano che decorando con piante sempreverdi, come l’agrifoglio, vischio e l’edera, aiutassero a portare il Sole attraverso i mesi di freddo e di luce ridotta.

Come festeggiare Yule?

Imbandite il tavolo con del pane bianco, al centro accenderemo tre candele: una rossa, una bianca e una verde, simboleggianti il parto, la purezza, e la crescita. Gli incensi corretti per questa data sono quelli allo zenzero, salvia, camomilla, pino e la quercia.
Una pratica propiziatoria per la fortuna prevede che una candela sia cosparsa di camomilla secca, mentre un’altra di un olio vegetale, ma ciò prima del sorgere del sole.

Potreste donare ai bambini dei dolci, mele e arance che simboleggiano il sole. Il resto della tavola imbanditela di cibi sostanziali.

Simboli di Yule

Una pentola bollente di Vin Brulé. Cestini di frutta e chiodi di garofano. Porta candela d’oro. Stella di Natale (fiore). Agrifoglio. I rami sempreverdi per ghirlande. Del di vischio appeso alla porta. Cactus Natalizio (pianta). Ceppo di Yule o piccolo ceppo di Yule con tre candele.

121713_20.jpg

Erbe di Yule

Sempreverde. Alloro. Morella Cerifera. Vischio. Cardo benedetto. Pino. Cedro giallo. Agrifoglio. Quercia.

Cibi di Yule

Te allo zenzero. Noccioline. Zabaione. Agnello (birra, zucchero, noce moscata, arrosto, mele). Vin Brulé. Biscotti e torte di cumino imbevute di sidro. Tacchino. Frutta. Omini di panpepato. Piatti a base di maiale. Sidro speziato.

Incensi di Yule

Cedro. Cannella. Pino. Morella Cerifera.

Colori di Yule

Oro. Argento. Arancio. Bianco. Giallo. Rosso. Verde.

Oli di Yule

Noce moscata. Cedro. Rosmarino. Mirra.

Pietre di Yule

Smeraldo. Ematite. Occhio di gatto. Rubino. Corniola. Diamante. Granato.

Animali di Yule

Scoiattolo. Pettirosso. Cervo.

Attività di Yule

Addobbare l’albero di Yule. Baciarsi sotto al vischio. Canti. Bruciare il ceppo di Yule. Festeggiamenti attorno all’albero di Yule. Scambiarsi i doni. Onorare Kriss Kringle, il Dio pagano germanico di Yule.

Lavori magici di Yule

Armonia. Equilibrio. Pace. Amore. Aumentare la felicità. E’ il momento dei nuovi progetti, di lasciare i rimorsi alle spalle.

Preghiere per Yule

Di Paganism and Wicca

Preghiera degli elementi:

Mentre la terra diventa più fredda,
il vento soffia più veloce,
il fuoco scema gradualmente,
e la pioggia cade più forte,
lascia che la luce del sole
trovi la sua strada.

Preghiera per gli Dèi:

Il Dio Agrifoglio se n’è andato,
il Dio Quercia adesso regna.
Yule è tempo degli antichi Dei invernali.
Saluta Baldur! A Saturno! A Odino!
Saluta Amaterasu! A Demetra!
Saluta Ra! A Horus!
Saluta Frigg, Minerva e la Cailleach!
Questa è la loro stagione, e che possano
concederci la loro benedizione.

Preghiera Norrena
Questa è una preghiera ispirata ad un’antica leggenda vichinga: se dei nemici si incontravano sotto ad un ramo di vischio, erano obbligati a deporre le armi, a mettere da parte le loro differenze.

Sotto l’albero di luce e vita,
una benedizione nella stagione di Yule!
A quelli che siedono attorno al focolare,
oggi siamo fratelli, oggi siamo famiglia
e io brindo alla vostra salute.
Oggi non combattiamo,
non arrechiamo male a nessuno.
Oggi è un giorno per offrire ospitalità
a chi attraversa la soglia di casa mia,
nel nome dello spirito della stagione.

(Le preghiere sono opera di Paganism and Wicca, tutto il resto del testo è di nostra proprietà -Daemonia – Il Sangue Della Strega- pertanto, come citato nella pagina Termini & Utilizzo, ogni riproduzione del testo non è ammessa).

Festività Pagane

 

Annunci

1 commento su “21-22 dicembre, Yule”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...